Le ultimissime
ItaliaFreePress

Come chiedere il riposo per allattamento

Estimated reading time:1 minute, 27 seconds

altolivello

Riposi per le neomamme, cambiano le modalità. L’INPS ha comunicato che d’ora in avanti per la richiesta dei permessi per allattamento bisognerà utilizzare principalmente la modalità telematica. Potranno essere richiesti, quindi, attraverso il sito dell’Istituto, ma anche chiamando al numero verde INPS o rivolgendosi a un patronato. Una notizia importante perché riguarda uno strumento che le madri possono richiedere in alternativa al congedo parentale. I riposi per allattamento, infatti, consentono alla lavoratrice madre di rientrare a lavoro una volta concluso il congedo di maternità, ma seguendo un orario di servizio ridotto fino al compimento del primo anno del figlio. Nel dettaglio, a seconda dell’orario di lavoro, ha diritto a un certo numero di ore di permesso delle quali beneficiare ogni giorno. Le lavoratrici impiegate per almeno 6 ore, ad esempio, possono beneficiare di 2 ore di permesso, posticipando l’entrata oppure anticipando l’uscita, ma la decisione su come fruire dei permessi deve essere presa in accordo con il datore di lavoro. Se invece la neomamma è impiegata part-time e quindi lavora per meno di 6 ore al giorno, potrà disporre solamente di un’ora di permesso. Nel caso di parto gemellare, i suddetti permessi raddoppiano: quindi si passa a 4 ore per chi lavora per almeno 6 ore al giorno, a 2 ore per chi invece segue un orario di lavoro ridotto. Possono essere richiesti anche in caso di adozione, ma come anticipato non sono cumulabili con il congedo parentale: quindi per richiedere il permesso per allattamento la mamma dovrà rinunciare al congedo. Perché dovrebbe farlo? C’è una convenienza economica nel preferire il riposo per allattamento al congedo parentale. Per quest’ultimo, infatti, i giorni di permesso vengono retribuiti al 30% (solamente fino al compimento dei 6 anni di età del figlio), mentre durante i permessi per allattamento la lavoratrice percepisce l’intero stipendio.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Ad