Le ultimissime
ItaliaFreePress

Curare il mal di testa con un inalatore

Estimated reading time:0 minutes, 59 seconds

Curare l’emicrania senza farmaci grazie a un inalatore che modifica la composizione dell’aria che respiriamo: la possibilità si intravede nei risultati di uno studio pilota pubblicati sulla rivista Cephalalgia. La ricerca è stata condotta da Troels Johansen, dell’Università danese di Aarhus, e ha coinvolto per ora solo 11 pazienti, confrontando gli effetti dell’inalatore con quelli di uno strumento dall’aspetto simile utilizzato come placebo. L’inalatore – che contiene un mix di ossigeno e CO2 – aiuta a bilanciare la carenza di ossigeno che si ritiene alla base dell’attacco di emicrania; infatti si pensa che l’emicrania si scateni perché i vasi sanguigni che portano ossigeno al cervello si restringono, spiega Johansen, lasciando di fatto il cervello in una sorta di carenza di ossigeno. L’inalazione dilata i vasi spezzando questa condizione di restringimento vascolare che porta al mal di testa. I clinici danesi hanno visto che con una sola applicazione in pochissimi secondi il 45% dei pazienti prova sollievo e che alla seconda applicazione dell’inalatore ben il 78% dei pazienti ne trae giovamento. Lo studio proseguirà ora con una sperimentazione clinica su un più ampio gruppo di pazienti, anticipa Johansen, per confermare questi dati preliminari che promettono una alternativa (parziale o totale) ai farmaci contro l’emicrania.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Ad