Le ultimissime
ItaliaFreePress

Dolori alla schiena, non sempre è colpa dello zaino

Estimated reading time:1 minute, 27 seconds

Non è sempre tutta colpa dello zainetto se i bimbi sviluppano dolore alla schiena o al collo. O meglio la letteratura scientifica recente suggerisce che ci siano comunque poche prove per supportare il collegamento tra uso dello zaino e dolore nei ragazzi. Questa la tesi, che dovrebbe contribuire a rasserenare molti genitori che in questi giorni prima dell’inizio della scuola vanno a caccia dell’opzione più sicura per i propri figli, che arriva da Michael Holmes, assistente professore di Kinesiologia della Brock University. “Il mio pensiero – spiega Holmes – è che, nella maggior parte dei casi, i genitori non devono preoccuparsi troppo. Se uno zaino ha una quantità ragionevole di peso e si adatta correttamente, i bambini non lo indossano abbastanza a lungo da causare danni a lungo termine”. “Semplicemente acquistarne uno buono – aggiunge – è solo metà del lavoro: deve essere indossato correttamente “. Holmes e professore associato di Kinesiologia Gail Frost hanno stilato un elenco di suggerimenti: deve avere una fascia in vita per distribuire il carico più sui fianchi e tenerli vicini al corpo per migliorare l’equilibrio. Poi bretelle larghe e imbottite, che sono più comode su spalle e collo e impediscono che il peso si concentri su un’area, un parte posteriore anch’essa imbottita e tanti scompartimenti in modo che il peso possa essere distribuito uniformemente. Meglio se vi si applica una striscia catarifrangente in modo che il bambino possa essere visto bene dai fari delle auto. I genitori dovrebbero incoraggiare i bambini a indossare lo zaino in modo appropriato, su entrambe le bretelle, per incoraggiare l’equilibrio tra due gruppi forti di muscoli, quelli della schiena e quella addominali, ad essere consapevoli di quello che davvero serve portare ogni giorno e ad essere attivi, perché l’attività fisica regolare aiuta a prevenire le lesioni.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Ad