Le ultimissime
ItaliaFreePress

Giocare a calcio rende le ossa più forti

Estimated reading time:1 minute, 18 seconds

Giocare a calcio e un buon orientamento dietetico sono armi efficaci per avere ossa forti in uomini e donne di mezza età e oltre, dai 55 ai 70 anni, con prediabete. Le ossa, infatti, sono uno dei punti critici in persone con diabete 2 o appunto il prediabete, in cui vi sono già alterazioni glicemiche: vi è maggiore prevalenza di osteopenia (densità ossea più bassa del normale) e fratture ossee. Il calcio e l’orientamento dietetico mostrano di essere un cocktail efficace per migliorare la salute in quest’ambito. A evidenziarlo è uno studio delle Università della Danimarca meridionale e delle Isole Faroe, pubblicato su Scandinavian Journal of Medicine and Science in Sports. Per lo studio 50 partecipanti con prediabete, 25 uomini e 25 donne tra i 55 e i 70 anni, sono stati divisi in due gruppi: uno sottoposto a un intervento di 16 settimane con una guida per orientarsi in ambito alimentare e sessioni di allenamento di calcio bisettimanali di 30-60 minuti, l’altro con la funzione di controllo. Circa tre quarti dei partecipanti avevano ossa deboli. Dopo 16 settimane, sono stati osservati cambiamenti nel gruppo che si era allenato per quanto riguarda il contenuto minerale osseo del collo del femore (3,2%) e del diaframma femorale (2,5%). A livello di esami del sangue, aumentavano sia il P1NP, un marcatore della formazione di collagene, sia l’osteocalcina , un ormone prodotto dal nostro sistema osseo. “Il calcio è uno sport che combina forza, resistenza e training ad alta intensità: ciò lo rende un valido strumento per la prevenzione e il trattamento del diabete 2 e di altre malattie legate allo stile di vita”, conclude Peter Krustrup, uno degli autori dello studio.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Ad