Le ultimissime
ItaliaFreePress

Gli adulti amano i bambini. Purchè abbiano almeno dei mesi

Estimated reading time:1 minute, 26 seconds

Non c’è da spaventarsi se non si riesce sin da subito a stabilire un legame ‘magico’ con i propri bambini. A volte questo può richiedere tempo e in generale secondo un nuovo studio è a sei mesi che gli adulti trovano i volti dei bambini più accattivanti. Per la ricerca, della Brock University, in Canada, e pubblicata su Evolution and Human Behavior sono state mostrate foto di 18 bambini scattate dopo la nascita, a 3 e a 6 mesi a 142 partecipanti. I ricercatori hanno chiesto loro quanto sarebbero stati disposti ad adottare i piccoli in base alla percezione di qaunto ispirassero tenerezza, felicità, salute e somiglianza a sé. “Abbiamo notato che gli adulti valutavano i neonati come i meno attraenti, mentre a sei mesi mostravano i punteggi più alti in tutti gli stimoli facciali”, evidenzia Prarthana Franklin, autrice principale dello studio. Ricerche negli anni ’40 hanno teorizzato che il fatto che un bambino ispiri tenerezza esalta il comportamento di cura negli adulti. Se così fosse, i neonati dovrebbero essere considerati i più carini, in quanto hanno bisogno della massima protezione e cura, ma allora perché un picco a sei mesi? “Abbiamo letto la letteratura medica, che mostrava che i bambini di sei mesi sono più capaci di sopravvivere alle malattie rispetto ai più piccoli” spiega Tony Wolk, che ha guidato la ricerca. Volk afferma che il ritardo nella percezione della tenerezza potrebbe essere un residuo dei tempi in cui le risorse erano scarse e le malattie infantili mortali. Inoltre, può occorrere fino a un mese perché i bambini sviluppino la capacità di sorridere consapevolmente per la felicità e anche a loro può servire tempo per legare. Tra le tattiche suggerite per migliorare il legame il massaggio infantile e il contatto pelle a pelle.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista