Le ultimissime
ItaliaFreePress

Il viso diventa più asimmetrico con l’avanzare dell’età

Estimated reading time:1 minute, 8 seconds

altolivello

Il viso diventa sempre più asimmetrico con l’età. I cambiamenti sono sottili ma significativi, specialmente nei cosiddetti due terzi inferiori del volto, dalle sopracciglia al naso e dal naso al mento. Lo rileva una ricerca del Mount Auburn Hospital, negli Usa, pubblicata su Plastic and Reconstructive Surgery. Usando una tecnica chiamata fotogrammetria 3D, il team di ricerca ha eseguito scansioni dettagliate della superficie facciale in 191 volontari, che avevano un’età compresa tra i quattro mesi e gli 88 anni. I ricercatori hanno quindi calcolato il grado di asimmetria tra i due lati di ciascun volto e l’approccio di imaging digitale ha permesso di distinguerne livelli molto sottili, entro una frazione di millimetro. Le misurazioni hanno mostrato che la struttura delle caratteristiche facciali devia di 0,06 mm per ogni decennio di vita e che l’asimmetria aumenta con l’invecchiamento in tutto il volto. Ma i cambiamenti sono maggiori nei due terzi inferiori, dalle sopracciglia al naso e dal naso al mento. “La scoperta suggerisce che queste caratteristiche contribuiscono maggiormente all’asimmetria generale nel tempo”, scrivono i ricercatori. Se un certo grado di asimmetria è “attraente ed intrinseca” nel volto umano, raggiungere la simmetria facciale è invece un obiettivo fondamentale della chirurgia estetica. I risultati della ricerca secondo il team che l’ha condotta supportano quindi “un approccio specifico per il ringiovanimento del viso” che possono essere utili ai professionisti e a chi richiede interventi di questo tipo.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Ad