Le ultimissime
ItaliaFreePress

L’obesità è contagiosa

Estimated reading time:1 minute, 14 seconds

Come una moda, un virus, l’ obesità si trasmette di persona in persona all’ interno della stessa cerchia sociale. è il risultato shock di uno studio americano che ha seguito le oscillazioni di peso di oltre dodicimila persone nel corso di trentadue anni e le cui conclusioni sono state appena pubblicate sul New England Journal of Medicine. L’ idea che ha spinto i ricercatori a condurre un’ analisi tanto accurata e protratta nel tempo è stato il desiderio di verificare se l’ obesità ha davvero le caratteristiche da epidemia che le vengono attribuite nel parlare comune. La risposta sembra essere sì. Amici, parenti, fidanzati, vicini di casa, mogli e mariti all’ interno della comunità di Framingham, in Massachussetts, sono stati pesati per oltre tre decenni. Lo studio, definito unico e altamente innovativo per accuratezza e durata, promette di avere un impatto senza precedenti sulla cura e prevenzione dell’ obesità. Ecco perché: il fatto di avere un amico obeso aumenterebbe la possibilità di diventare obesi a nostra volta da un minimo del 57 ad un massimo del 171 per cento, poco importa se viviamo a centinaia di chilometri di distanza. La differenza in percentuale dipenderebbe da quanto stretto è il legame fra le persone: se ci si considera entrambi migliori amici il rischio sale, se l’ affetto è forte solo per uno dei due il rischio è inferiore. L’ influsso del partner (consorte o fidanzato che sia) è meno decisivo (37 per cento), quasi pari a quello di un parente, mentre quello dei vicini di casa è nullo.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista