Le ultimissime
ItaliaFreePress

No alle sculacciate ai bimbi, a rischio la loro salute mentale 

Tempo di lettura stimato: 1minuto, 4secondi

Niente sculacciate ai bambini: si corre il rischio di farli diventare depressi o con altri problemi di salute mentale da adulti. Non solo: la violenza causata da ripetute sculacciate può indurli, sempre quando crescono, a tentare il suicidio, bere a livelli moderati o pesanti oppure usare droghe. È quanto emerge da uno studio dell’Università del Michigan, pubblicato sulla rivista Child Abuse & Neglect. I ricercatori hanno preso in esame i dati relativi a 8300 persone, nell’ambito di uno studio denominato CDC-Kaiser ACE, che osservava gli effetti sulla salute a lungo termine e sul benessere in bimbi sottoposti ad abusi, trascuratezze o abbandono da piccoli. L’età variava dai 19 ai 97 anni e tutti i partecipanti hanno completato un questionario mentre effettuavano controlli di routine in un ambulatorio. È stato chiesto loro quanto spesso siano stati sculacciati nei primi 18 anni, il background familiare e se un adulto avesse inflitto abuso fisico(spintoni, schiaffi)o emotivo (insulti o minacce). Quasi il 55 per cento degli intervistati hanno riferito di essere stati sculacciati, gli uomini più delle donne. Quelli che sono stati esposti a questo tipo di punizioni corporali avevano un’aumentata probabilità di depressione e altri problemi di salute mentale. Secondo gli studiosi è importante non solo impedire i maltrattamenti dei bambini, ma anche prevenire un’attitudine dei genitori ad essere troppo duri nei confronti dei figli.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista