Le ultimissime
ItaliaFreePress

Pernottare a Matera? Noi vi consigliamo “La Casa dei Pargoli”. Ecco perchè

Estimated reading time:2 minutes, 57 seconds

di Ruggero Cristallo

 Se l’ospitalità è sacra, val la pena dire che riceverla è un dono. E non c’è miglior dono, per chi progetta una vacanza a Matera – che sia breve o lunga – di trovare sulla sua strada Prospero Romano (nella foto), che con la moglie Carmen gestisce “La casa dei Pargoli”, una Casa vacanze interamente dedicata all’accoglienza turistica, 365 giorni l’anno.

Prospero (ma lo vedete anche dalle foto a corredo di questo articolo) ha deciso di offrire ai suoi ospiti ogni comfort: che non significa la dotazione essenziale d’ogni albergo. No, molto di più. “Voglio offrire a chi viene a Matera – afferma – una esperienza unica. Voglio fare sentire chi ci sceglie come fosse a casa, come difficilmente mi è capitato quando vesto i panni da turista”.

Tradotto in pratica, vuol dire che entrando ne “La Casa dei Pargoli”, (prenotabile dal sito internet www.lacasadeipargoli.it o attraverso le agenzie di viaggio online come Booking) troverete pane di Matera ad accogliervi come benvenuto, insieme a pomodorini ed olio biologico. Vuol dire che per voi la scelta della colazione porterà via qualche minuto: a vostra disposizione cornetti, corn flakes, uova, yogurt, latte, caffè, biscotti, prodotti per bambini. Vuol dire che entrare in bagno sarà una esperienza “unica”, tra mille prodotti per la bellezza, per uomo e per donna, tutti a vostra esclusiva disposizione. Infine la cucina: pentole e padelle d’ogni foggia e misura, fornelli, fornetto e forno. E per chi esagera a tavola, anche il digestivo. Se non dovesse bastare, in casa ci sono oltre al wifi, kit di pronto soccorso, caricatore per cellulare, kit da cucito, seggiolone e culla per bimbi.

La “Casa dei Pargoli”, ovviamente, è dedicata alle famiglie e alle famiglie con bambini. Lo dice lo stesso nome, la cui origine è in un regalo. Quelli dei nonni Vito Pace e Nella Gentile, genitori di Carmen, che hanno donato ai loro nipoti, Chiara ed Alessandro (9 e 16 anni) l’appartamento poi diventato Casa vacanze. “E’ la loro casa – afferma sorridendo Prospero – io sono solo il gestore”. Perchè il nostro interlocutore nella vita è consulente finanziario per la San Paolo. Altro mestiere, anche se “accogliere – dice – mi piace moltissimo”.

Non potrebbe che essere così, poiché il padrone di casa accompagna i suoi ospiti, qualora lo desiderino, persino nella visita ai Sassi, patrimonio dell’Unesco. Li fa affacciare dal belvedere e li fotografa, per ricordo, non prima d’aver offerto loro un caffè.

Ricordi, insomma, che restano indelebili nella memoria come la visita guidata ai Sassi, che chi scrive ha effettuato con Antonio Pizzulli, guida turistica autorizzata per conto della Altieri Viaggi. Antonio è preparato, colto, ma non autoreferenziale. E dunque fa trascorrere due ore sognanti, guidando il visitatore nella Preistoria, nel Medioevo, nel Rinascimento, nell’immediato Dopoguerra con la sapienza di un abile narratore e la sensibilità di un artista: è anche un ottimo pittore.

Cultura (a proposito, in città sono esposte opere di Dalì a misura gigante), ma anche divertimento. E qui torniamo in compagnia di Prospero, disponibile ad accogliere ogni esigenza, in qualunque orario. Che sia un ristorante, una attrazione (in questi giorni e fino al 6 gennaio, c’è anche, a qualche chilometro dalla struttura un meraviglioso villaggio di Babbo Natale), il visitatore sa che può contare su un “Cicerone” sempre pronto a soddisfare ogni richiesta e desiderio. “Quel che mi piace – conclude Prospero – è la personalizzazione del servizio. Ognuno di noi è diverso dall’altro e ognuno di noi ama qualcosa di diverso. E qui intervengo io, nell’indirizzare o consigliare”. Del resto, siamo a Matera e qui anche i “capricci” sono concessi. E’ la capitale della cultura europea per il 2019. E scusate se è poco.

Ad