Le ultimissime
ItaliaFreePress

Pulisce seppie in ospedale, medico licenziato

Estimated reading time:1 minute, 26 seconds

altolivello

É costato caro ad un medico dell’ospedale di Praia a Mare un comportamento a dir poco superficiale e sicuramente poco professionale. Il sanitario, acquistate alcune seppie, ha pensato bene di portarle in un bagno del nosocomio e, utilizzando un lavandino, provvedere a pulirle, in modo da poterlo portare a casa pronto per essere cucinato. Quel che é più grave, però, é che qualcuno ha filmato con un cellulare il medico mentre eseguiva l’operazione di pulizia delle seppie ed ha postato il video in rete. Del comportamento del sanitario é venuta così a conoscenza la Direzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza che ha deciso di non rinnovare il rapporto di convenzione che legava all’ente sanitario il medico protagonista della “scenetta”. Il licenziamento del medico é stato reso noto, con un comunicato, dalla stessa Asp. L’azienda afferma che “essendo risalita, attraverso i video messi in rete, ai dati anagrafici del medico che all’interno dei locali del Presidio ospedaliero di Praia a Mare si dedicava alla pulizia delle seppie, senza disdegnare qualche morso nel corso di tale attività, ha interrotto ogni rapporto professionale e di lavoro con il sanitario, del quale condanna le condotte assunte”. La sanità calabrese, così, continua a fare parlare di sé in modo negativo. Dopo il caso delle fratture bloccate con ingessature di cartone negli “”Ospedali riuniti” di Reggio Calabria, adesso arriva quello, meno clamoroso magari ma pur sempre significativo, del medico che utilizzava un bagno dell’ospedale di Praia a Mare per pulire il pesce, trovando presumibilmente comoda questa pratica per non sporcare la cucina di casa. Se non fosse stato per il comunicato dell’Asp di Cosenza, che ha impresso il timbro della veridicità a quanto é accaduto, si poteva pensare ad una delle tante “fake news”. Ed invece no: é tutto incredibilmente vero.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Ad