Le ultimissime
ItaliaFreePress

Se il partner è a dieta dimagrisci anche tu

Estimated reading time:1 minute, 24 seconds

C’è una ‘reazione a catena’ positiva che può innescarsi in una coppia quando uno dei due partner decide di perdere peso. In seguito a questa decisione, infatti, anche il compagno o compagna può dimagrire, pur non partecipando attivamente a un intervento mirato al miglioramento della forma fisica. E’ quanto emerge da uno studio dell’Università del Connecticut, pubblicato su Obesity. Lo studio, finanziato da Weight Watchers International, ha preso in esame i progressi di 130 coppie, in alcune delle quali uno dei due componenti ha seguito un approccio specifico basato sul gruppo, in altre invece ha tentato di perdere peso da solo , nell’arco di sei mesi. Dai risultati è emerso che circa un terzo dei partner non trattati ha perso il 3% o più del peso corporeo iniziale dopo metà anno, nonostante non abbia partecipato a nessun intervento attivo. Una perdita del peso corporeo del tre percento è considerata un beneficio per la salute misurabile. La ricercatrice principale, la professoressa Amy Gorin, lo definisce un “effetto a catena”. “Sia che il paziente lavori con il proprio medico, si unisca a un approccio basato sul gruppo o cerchi di perdere peso da solo, il suo nuovo comportamento sano può giovare agli altri che fanno parte della sua vita” spiega. Lo studio ha anche rilevato che la frequenza con cui le coppie perdono peso è interconnessa. In altre parole, se un partner ha perso peso a un ritmo costante, lo ha fatto anche l’altro. Allo stesso modo, se una persona ha faticato per perdere peso, e’ accaduto anche al suo compagno. “I partner – conclude Gorin – potrebbero emulare i comportamenti dei loro compagni e unirsi a loro nel contare le calorie e mangiare cibi a basso contenuto di grassi”.

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista

Direttore di italiafreepress.it, giornalista professionista