Le ultimissime
ItaliaFreePress

Ascoltare musica rende attività fisica piacevole

Estimated reading time:1 minute, 13 seconds

Correre o nuotare a tempo di musica rende l’esercizio più piacevole e sprona a fare attività. Uno studio pubblicato sulla rivista Psychology of Sport and Exercise, che ha monitorato la risposta del cervello alle note musicali mentre i partecipanti si allenavano, conferma quello che la maggior parte delle persone ha avuto modo di sperimentare. Come noto, la musica ha la capacità di suscitare risposte emotive, come felicità o tristezza. Ma poco si sa dei meccanismi cerebrali che sono alla base degli effetti psicologici degli stimoli uditivi durante l’attività fisica. Per colmare la lacuna, i ricercatori della Brunel University di Londra nel Regno Unito hanno utilizzato l’elettroencefalogramma e fatto camminare 24 partecipanti per 400 metri su una pista all’aperto a un ritmo a loro scelta, in una di queste tre condizioni: alcuni hanno camminato ascoltando la canzone Happy di Pharrell Williams; alcuni hanno ascoltato il podcast di un talk TED; e alcuni non hanno ascoltato alcun suono. Analizzando le onde cerebrali i ricercatori hanno scoperto che l’ascolto della musica ha comportato un aumento del piacere del 28% durante il cammino, rispetto a nessuno stimolo uditivo. Ascoltare la musica durante un allenamento, concludono i ricercatori non aumenta la concentrazione sull’attività da svolgere, ma rende l’esercizio molto più piacevole. Cosa che potrebbe motivare le tante persone stentano a raggiungere la giusta dose di attività fisica, che secondo le Linee Guida dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) è pari almeno 150 minuti a settimana per gli adulti e 60 minuti al giorno per bambini e giovani.