Le ultimissime
ItaliaFreePress

A Domenico Palumbo il 7° Trofeo “Selva di Fasano”

Estimated reading time:2 minutes, 0 seconds

La classifica parla da sola: le strade e le birillate della celebre cronoscalata Fasano-Selva hanno confermato la loro fama e messo alla prova gli 83 piloti che oggi hanno partecipato al 7° Trofeo “Selva di Fasano” valevole per il Trofeo Italia Slalom Sud e per la Coppa di Zona 4. In una splendida giornata di sole autunnale in quel di Puglia, sui 2520 metri del tracciato che da Canale di Pirro sale fino alla Selva, il più veloce di tutti è stato Domenico Palumbo, a bordo di una Radical SR4 1600 motorizzata Suzuki. Il driver dauno di Lucera, portacolori della scuderia Progetto Corsa, ha ipotecato il successo con il tempo fissato nella gara uno, 2’00.83, non partito in gara 2 per problemi al cambio. “Sono molto contento del risultato ottenuto, questa è la quarta volta che vengo sulla Selva e mi sento orgoglioso di aver vinto, al quarto tentativo. Stiamo iniziando a raccogliere i primi risultati con la nuova macchina e ci auguriamo di crescere ancora nel 2022”. Su stessa vettura, con cilindrata inferiore, 1400 cc., il locale Giacomo Liuzzi ha onorato i colori di casa sul secondo gradino del podio, con 8 secondi di distacco dal vincitore. Poi, la sorpresa della giornata, l’exploit dei piccoli ma potenti ed agili “coccodrilli” Kart Cross VST, capaci di conquistare il terzo posto assoluto, con il fasanese Francesco Savoia – 2’11.45 il suo miglior tempo fissato in gara 2-, ed il quinto, con il tarantino Vito Ciracì. Quarta posizione assoluta per il lucano Antonio Lavieri (Valdelsa Classic), su Radical SR4. Nella top ten spiccano altre prestazioni di rilievo come il sesto piazzamento assoluto stabilito da Leonardo Semeraro, su A112, primo in E1 Italia, ed il 10° posto di Oronzo Montanaro, primo del miniesrcito delle bicilindriche, a bordo della Fiat 500 700 di famiglia. Su Fiat X19 E2SH Domenico Caputo è settimo, seguito dalle SS di Gabriele Nardozza, su Fiat 127 e di Luigi Tizzano (Campobasso Corse), su Fiat Ritmo. Nel gruppo N, il migliore è stato Joseph Martinelli, su Peugeot 106 1.6, dodicesimo assoluto. Nella numerosa e combattuta Racing Start, riservata alle vetture “stradali”, bella la prestazione di Vito Punzi (Apulia Corse), 19mo assoluto su Citroen Saxo Vts 1.6. Pasquale Cammareri (Piloti per Passione) è trentesimo assoluto, si è aggiudicato il dominio in Gruppo A su Peugeot 205 rally, mentre la RS Plus è stata appannaggio del salentino Emanuele Losito (Motorsport Scorrano) su Peugeot 106 1.6.

Tutte le informazioni sulla competizione sono disponibili sulla pagina web ufficiale della scuderia organizzatrice www.fasanocorse.com e sulla pagina Facebook “Slalom Trofeo Selva di Fasano