Le ultimissime
ItaliaFreePress

Gabriel Garko non fa coming out, Signorini lo difende

Estimated reading time:1 minute, 18 seconds

Gabriel Garko non fa coming out, Signorini: “Ha ragione. E’ un provincialismo che non ci fa onore”

ogno un mondo dove non ci sia più bisogno di raccontare quello che succede in camera da letto tra due persone”, così Gabriel Garko nell’intervista rilasciata al settimale Chi, dopo le frequenti domande e insinuazioni degli ultimi tempi sul suo orientamento sessuale

Nello stesso numero, l’editoriale di Alfonso Signorini è dedicato proprio a questo. Il direttore non ha dubbi: “Garko ha ragione: sogniamo tutti, insieme a lui, di vivere in un Paese dove non ci sia bisogno di dire con chi dividiamo il nostro letto, uomo o donna che sia. Pensandoci bene, la discriminazione c’è ancora, eccome se c’è: avete mai visto un eterosessuale conquistare copertine o interviste televisive perché ammette di essere etero? Forse, pensandoci bene, anche tutta questa rincorsa al coming out pubblico oggi non fa che sottolineare un provincialismo che non ci fa onore”.

“I tempi sono cambiati – scrive ancora -. I ragazzi e le ragazze di oggi non si pongono il problema di rivendicare la loro identità sessuale: tutto viene vissuto con più naturalezza, alla luce del sole. Per fortuna”.

Alfonso Signorini, poi, parla del suo coming out. Difficile, ma importante per tanti che, anni fa, non riuscivano a vivere con serenità la stessa scelta. Oggi, appunto, non è più così. “Garko ce lo ricorda nel suo bel libro – conclude – che vada a letto con un uomo o con una donna, nulla cambia di lui, della sua persona, del suo essere”.“