Le ultimissime
ItaliaFreePress

La Candida può arrivare al cervello

Estimated reading time:1 minute, 3 seconds

Una comune infezione fungina provocata da Candida, può arrivare al cervello e innescare una risposta infiammatoria che provoca un decadimento temporaneo della memoria. E’ quanto illustra uno studio, realizzato su modelli murini e pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications. “Osservazioni precedenti dimostrano – spiega David B. Corry, professore di Patologia del Baylor College of Medicine, a Huston, negli Stati Uniti – che i funghi stanno diventando una causa sempre più comune di malattie allergiche delle vie respiratorie superiori”, ma le loro conseguenze potrebbero riguardare anche le funzioni cognitive. Per approfondire l’associazione, i ricercatori hanno iniettato endovena 25.000 dosi di Candida albicans in topi. Con sorpresa hanno osservato come il lievito riesca ad attraversare la barriera emato-encefalica e provocare una infiammazione cerebrale cronica altamente localizzata. Questa infiammazione risulta caratterizzata dall’accumulo di cellule immunitarie del cervello (microglia) che sono diventate molto attive attorno al lievito e hanno generato una risposta infiammatoria, catturando i lieviti all’interno di una struttura di tipo granulare. Inoltre, i topi infetti da C. albicans presentavano una lieve alterazione della memoria spaziale che si e’ risolta poco dopo l’eliminazione dell’infezione. “I nostri risultati – concludono i ricercatori – portano a considerare l’ipotesi che le infezioni fungine in alcuni casi possano essere coinvolte anche nello sviluppo di disturbi neurodegenerativi come Alzheimer e Parkinson”.

Ad