Le ultimissime
ItaliaFreePress

Erosione costiera, partecipa al progetto “STIMARE”: è stato usato anche a Portavecchia

Estimated reading time:2 minutes, 10 seconds

Il Comune di Monopoli sostiene per il secondo anno consecutivo l’innovativo progetto di Ricerca “STIMARE – Strategie Innovative per il Monitoraggio ed Analisi del Rischio Erosione” (www.progettostimare.it). 

Il progetto, che è finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio, mira all’individuazione di strategie per contrastare il rischio di erosione costiera e vede coinvolta un’ampia rete di partner, tra cui: i Comuni di Margherita di Savoia e Monopoli per la Puglia, i Comuni di Riccione, Cervia e Misano per l’Emilia-Romagna, il Politecnico di Bari e l’Università di Bologna.

Sono tre le aree di ricerca del progetto: opere innovative di protezione dei litorali, sistemi di monitoraggio costiero e metodi di valutazione del rischio.

In tema di protezione dei litorali, grazie al progetto Stimare nel nostro Comune sono stati realizzati interventi di ricostruzione delle spiagge a lido “Pantano”, a nord della città, e a “Cala Porta Vecchia”, all’esterno della cinta muraria. 

Utilizzando una tecnica che consiste nel prelievo di sabbie da bassi-medi fondali mediante aspirazione e nel successivo rilascio dei sedimenti sulla spiaggia emersa, l’intervento ha puntato a movimentare modiche quantità di sedimenti, senza alterare in modo significativo i fondali.

Operativamente si è trattato di “pettinare” i fondali asportandone gli strati superficiali e successivamente di pompare sul bagnasciuga la sabbia aspirata, aumentando così la superficie di spiaggia fruibile.

Oltre a questi interventi, a “Cala Porta Vecchia” è stata installata una webcam per monitorare gli spostamenti della linea di riva.

Alle attività di ricerca e sperimentazione si aggiunge lo studio sulle modalità e l’intensità attraverso cui cittadini e operatori di settore percepiscono il rischio di erosione costiera. 

Si tratta di uno studio importante, perché una volta concluso fornirà suggerimenti su come sviluppare una corretta informazione sul rischio erosione e proporre ai non esperti del settore comportamenti quotidiani che mirano ad una maggior tutela dell’ambiente marino costiero. 

Lo studio è attualmente in corso ed è svolto in collaborazione con l’Istituto Troisi Ricerche (www.troisiricerche.it), specializzato in indagini sociali, di mercato e di opinione, che ha messo a punto, insieme ai ricercatori del Politecnico di Bari e l’Università di Bologna, un questionario disponibile al link: https://it.research.net/r/ProgettoStimare2020 

Il questionario è anonimo e non si deve far altro che esprimere il proprio parere; rispondere è un gesto di cura verso il mare, nello spirito tipico di chi ama e difende lo splendido tratto di costa del nostro Comune. 

Invitiamo, quindi, i cittadini a rispondere al questionario e a consultare il sito www.progettostimare.it per maggiori informazioni sul progetto.