Le ultimissime
ItaliaFreePress

Monopoli accoglie l’ultimo meeting del Progetto Erasmus+

Estimated reading time:3 minutes, 55 seconds

La Dirigente Antonella Demola dell’IC Modugno – Galilei, scuola capofila del Progetto Erasmus+ “Following the waves of music around Europe”, il 31 maggio ha accolto con un caloroso discorso di benvenuto in modalità online le delegazioni delle scuole partner di Bulgaria, Grecia, Portogallo, Spagna e Ungheria per l’apertura ufficiale dell’ultima tappa del Progetto Erasmus, arrivato al suo terzo anno, superando tutte le difficoltà e gli imprevisti causati dal periodo pandemico.
Ad avviare i lavori del meeting la coordinatrice del team Erasmus prof.ssa Francesca Tournier ha presentato la performance dei docenti di strumento musicale dell’Istituto che in formazione cameristica hanno realizzato un concerto di benvenuto con musiche tipiche della tradizione italiana: Ilaria Stoppini al flauto, Gionni Di Girolamo alla fisarmonica, Giuseppe L’Abbate al clarinetto, Vito Calabrese alla tromba, Giovanni Lenoci alla chitarra, Davide Caiaffa al Violoncello e Maria Marasciulo al pianoforte.
Le docenti di Inglese Prof. Francesca Tournier e Mariella Pavone hanno coordinato l’aspetto linguistico: nei 5 giorni del meeting gli alunni delle diverse scuole europee hanno comunicato in lingua inglese, condiviso tante emozioni ed arricchito le amicizie anche se in modalità virtuale che hanno prodotto ricordi molto belli.
Il programma del meeting è stato intenso e impegnativo in quanto la modalità online ha costretto lo staff dei docenti a rimodulare tutte le attività e a proporre attività ugualmente coinvolgenti:

  • Un Seminario sulla Pizzica, a cura dei ballerini Mina Vita e Andrea De Siena, della Scuola di Pizzica di S. Vito dei Normanni. A passo di danza e accompagnati dal tamburello hanno coinvolto docenti e studenti anche “a distanza”al punto da indurre tutti a ballare la Pizzica, seguendo le loro istruzioni;
  • Lo spettacolo Andiamo all’opera: “La Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni, a cura delle Prof. Laura Capozzi e Gianna Mongelli. L’opera, in forma di cantastorie, è stata raccontata con i disegni e le parole dei ragazzi e con l’ascolto delle arie più note;
  • Un Workshop sul Tamburello, a cura del tamburellista salentino Roberto Chiga, insegnante di tamburello e della tecnica salentina per la danza della tarantella in Italia e all’estero. Molti studenti sia in presenza che delle scuole partner hanno potuto suonare il tamburello seguendo la lezione online;
  • Un Seminario sulla musica popolare di Monopoli, a cura di Daniela e Cesare Cavallo appassionati di musica e canti in dialetto monopolitano: una tradizione che si tramanda di padre in figlio. Con chitarra e mandolino costruiti dai liutai monopolitani Fratelli Garganese circa 100 anni fa, hanno eseguito e cantato canzoni monopolitane tra cui la celeberrima “Tignusì Tignusà”;
  • Numerosi tour virtuali: i docenti e gli alunni delle altre 5 nazioni europee hanno potuto visitare Monopoli ed anche il territorio pugliese, con le sue bellezze Patrimonio dell’Unesco: i trulli di Alberobello, Castel del Monte, il sito archeologico di Egnazia con il suo museo, Polignano a Mare, paese d’origine di Domenico Modugno e le Grotte di Castellana.
  • Con la guida dell’Associazione “Free walking tour” di Bari, studenti e docenti hanno realizzato una piacevole passeggiata virtuale tra le stradine della Bari vecchia con i suoi personaggi tipici, il dialetto barese, le tradizioni culinarie ma anche con una visita del teatro Petruzzelli, simbolo di cultura musicale italiana, in tutta la sua maestosità e bellezza.
  • Il Concerto Europeo Finale. Anche se la modalità virtuale ha limitato notevolmente lo scambio con i partner europei rispetto a quanto programmato dall’avvio nell’autunno 2018, i risultati sono stati ugualmente soddisfacenti. A conclusione delle attività il 4 Giugno tutte le scuole partner hanno eseguito insieme come brano comune la canzone italiana “O surdato ‘nnammurato”, con cantante solista l’alunno Sante Napoletano: https://www.youtube.com/watch?v=a_pt1gfrOTQ&t=13s

Sono seguiti i video delle esecuzioni musicali di canzoni tipiche delle diverse nazioni sotto forma di esecuzione strumentale, canora o coreutica.
Per l’Italia è stato eseguito un Omaggio a Nino Rota: la colonna sonora del film di F. Fellini “Amarcord”: https://www.youtube.com/watch?v=YwEIS6Q-YKI e la colonna sonora della serie RAI—TV “Viva la pappa col pomodoro” cantata da Rita Pavone e la regia di Lina Wertmüller: https://www.youtube.com/watch?v=_PIRGOTrrh8.
I brani musicali per la scuola Modugno-Galilei in rappresentanza dell’Italia sono stati eseguiti dagli studenti: Cavicchia G., Colucci G., Donvito G., Tasselli A. (Chitarre); Amodio A., Lapertosa M., Maccuro R. (Clarinetti); Modena R. (Fis.); D’Alessandro G, Ricci S. (Flauti); Fanelli D., Labruna M., Comes R., Colucci R. (Pianoforte); Di Roma P, Iaia L., Lacenere A., Semeraro A., Indiveri E., Sorace R. (Tromba); Menga H. (Violino); Ricciardi N. (Violoncello).
Questo progetto europeo si conclude con una grande ricchezza sia culturale che musicale: il dialogo  promosso attraverso la musica ha contribuito ad abbattere le barriere non solo linguistiche e a favorire una vera identità europea.