Le ultimissime
ItaliaFreePress

Prende forma il nuovo ospedale di Monopoli. Il video

Estimated reading time:1 minute, 44 seconds

Prende forma il nuovo ospedale che sta nascendo tra Monopoli e Fasano. I lavori per la realizzazione della struttura da 299 posti letto «procedono spediti», assicura l’Asl Bari. “Il nuovo ospedale del Sud est barese è un’opera strategica sia per la sua posizione a servizio di 260mila persone sia per il livello qualificato dei percorsi di cura e assistenza che potrà offrire – sottolinea il presidente della Regione, Michele Emiliano – stiamo monitorando ogni fase della realizzazione del polo ospedaliero che segna una ulteriore tappa nel percorso di ammodernamento della sanità pugliese». Le opere strutturali volgono ormai al termine. “Il nuovo ospedale rappresenta il futuro dell’assistenza, dove la struttura diventa essa stessa organizzazione sanitaria – spiega il dg Asl Bari Antonio Sanguedolce – oggi non può esistere una assistenza sanitaria di eccellenza senza una struttura logisticamente avanzata, in quanto il modello assistenziale è strettamente connesso, sin dalle fasi di progettazione, alla organizzazione degli spazi». Ad oggi sono in fase di conclusione le strutture in cemento armato. Sono invece in corso le lavorazioni architettoniche di chiusura dell’involucro e di tracciamento e posa dei profili degli spazi interni. Procedono in parallelo anche le attività che interessano le aree esterne.

Lo step successivo riguarderà la realizzazione degli impianti meccanici, elettrici e speciali e delle partizioni interne a secco. A seguire rivestimento delle facciate, posa di massetti e pavimentazioni. Contemporaneamente, le attività inerenti i sottoservizi e il completamento della realizzazione delle aree esterne a servizio dell’ospedale. La progettazione ha concepito il nuovo edificio come «un ospedale in un parco», prestando particolare attenzione alla conservazione della vegetazione circostante e delle caratteristiche delle costruzioni rurali locali. Il censimento precedente alla costruzione, per esempio, ha permesso di individuare 247 ulivi e 4 carrubi monumentali incidenti con la sagoma dell’ospedale, per i quali è previsto l’espianto ed il successivo reimpianto nello stesso lotto. Il nuovo ospedale sorge su una superficie pari a 17.800 ettari e disporrà di 150 camere di degenza, 4 sale operatorie, parcheggio per 1150 posti auto, impianti fotovoltaici e potrà servire un bacino d’utenza di oltre 260mila persone.