Le ultimissime
ItaliaFreePress

Regione Basilicata, 3 mln di euro all’Aci per gestione delle tasse automobilistiche

Estimated reading time:1 minute, 33 seconds

Nino Sangerardi

La Giunta regionale approva lo schema del disciplinare di cooperazione con ACI(automobile club d’Italia,gestore del pubblico registro automobilistico ai sensi della Legge n.510 del 19.02.1928) in materia di tasse automobilistiche regionali.

I vertici dell’ACI a metà luglio 2020 comunicano la disponibilità a proseguire il rapporto con la Regione in scadenza il 31 luglio dello stesso anno.

 Pertanto gli oneri economici a carico dell’Ente regionale ammontano a 3.090.450,00 euro : 90.450,00 euro per l’anno 2020,1.500.000,00 euro anno 2021 e 1.500.000,00 euro anno 2023.

Tra le mansioni che ACI deve svolgere si riscontra la gestione dell’archivio tasse automobilistiche lucane, il controllo di merito finalizzato all’individuazione dei casi di evasione totale o parziale della tassa automobilistica e di versamento non dovuto o eccessivo.

Le procedure per l’analisi di indicatori della conduzione del tributo e di supporto alle decisioni strategiche della Regione utilizzano i dati presenti nell’archivio delle tasse automobilistiche.

E’ consentito al soggetto passivo di imposta o suo incaricato l’accesso ai dati concernenti la propria posizione fiscale  su tutte le piattaforme digitali della Regione Basilicata, di ACI o più in generale della Pubblica amministrazione.

La Regione per alcune attività provvederà a fornire documenti e direttive ad ACI nonché eventuali deleghe di funzioni. 

Invece ACI metterà a disposizione,in via non esclusiva, tutti i mezzi hardware necessari allo scopo che sono e resteranno di sua proprietà.

Inoltre il sistema informativo del Pubblico registro automobilistico è in grado di garantire alla Regione una  infrastruttura tecnologica(software di base,reti di comunicazione)  “ad altissima resilienza e affidabilità in quanto è rispondente alle specifiche definite dall’Agenzia per l’Italia digitale e ufficializzata da ACI nell’ambito delle procedure di qualifica come Polo strategico nazionale, e l’architettura di sistema è predisposta per soddisfare esigenze di Business continuità ed eventualmente Disaster Recovery”.

La convenzione tra Regione e ACI ha validità dal 1° agosto 2020 al 31 luglio 2023.