Le ultimissime
ItaliaFreePress

Video e audio senza autorizzazione? 4 anni di carcere

Estimated reading time:0 minutes, 36 seconds

Stop alla “diffusione di riprese audiovisive e registrazioni di comunicazioni effettuate fraudolentemente”: lo prevede la bozza di decreto legislativo in materia di intercettazioni su cui sta lavorando il ministero della Giustizia. “Chiunque – si legge nella bozza – al fine di recare danno all’altrui reputazione o immagine, diffonde con qualsiasi mezzo riprese audiovisive o registrazioni di conversazioni svolte in sua presenza o alle quali comunque partecipa, effettuate fraudolentemente, è punito con la reclusione fino a 4 anni”. Il testo prevede anche che verbali e registrazioni siano conservati integralmente presso l’ufficio del pm che ha disposto l’intercettazione e che l’archivio sia “tenuto sotto la direzione e la sorveglianza del Procuratore della Repubblica”. L’accesso è consentito solo a giudici e difensori, oltre che agli ausiliari autorizzati dal pm.